Il gusto del Garda News

Il gelato “made in Garda” piace al Gambero Rosso

Copertina Guida

Il lago di Garda sale sul podio della nuovissima guida “Gelaterie d’Italia” del Gambero Rosso: la prima edizione, della nuova iniziativa editoriale, presentata nei giorni scorsi al Sigep di Rimini, ha assegnato il riconoscimento di Miglior Gelatiere Emergente a Carmela Grotta della gelateria Ciocolat di Toscolano Maderno, che si è anche aggiudicata una valutazione di Due Coni (su un massimo di tre assegnati). Gli esperti del Gambero non hanno dubbi: questo piccolo locale “sorprende per la qualità della proposta, con materia prima di qualità, fasi produttive controllate e viva fantasia”. A svettare nella proposta gusti davvero “cult” come L’Oro di Sicilia (mandorle crude e stracciatella di pistacchio) o la Crema di latte con mascarpone e miele al sentore di zenzero.

Il Benaco si distingue nella Guida anche grazie ad un’altra gelateria sempre molto affollata come La Casa del Dolce di Salò, in piazza Duomo, che ha ottenuto Un Cono grazie a referenze raffinate come la Ricotta con Fichi Caramellati e L’Uva Fragola. Una segnalazione infine fra gli indirizzi raccomandati anche per Vassalli a Polpenazze.

In totale la guida del Gambero ha selezionato in tutta Italia meno di 300 indirizzi (su un totale di 37 mila gelaterie presenti nel Paese): fra di essi solo 36 hanno raggiunto il vertice dei Tre Coni. “Pochi – dicono i curatori- ma è solo l’inizio: vogliamo soprattutto stimolare il dibattito e far crescere il settore incentivando la cultura del vero gelato italiano”.

Lascia un Commento